You are here
Home > Approfondimenti > Significato dei nomi: origine e curiosità da sapere

Significato dei nomi: origine e curiosità da sapere

Un nome equivale al destino della persona che lo porta con sé, consonanti e vocali messe in fila che lette insieme danno informazioni sul carattere, sulla personalità del proprietario. Ma un nome è suono, energia che si sprigiona ogni qualvolta viene pronunciato. Ogni nome possiede una sua origine e ha una tradizione alle sue spalle.

Un nome è anche significato, il ricordo dei nostri antenati, un’eredità che portiamo con noi per il resto della nostra vita. Ecco perché quando nasce un neonato è bene scegliere con cura un nome che abbia un vero significato, un’armonia fonetica in relazione al cognome che lo segue. Esistono dei nomi che se presi singolarmente sono armoniosi ma messi vicino al cognome producono una “cacofonia” data dall’incontro della sillaba finale del nome e quella iniziale del cognome, che appaiono simili nella pronuncia.

Nella scelta del nome, pertanto, è bene seguire delle piccole regole: il nome deve rispecchiare il grado sociale, le tendenze, le aspirazioni dei genitori ricordando però che accompagnerà la vita del proprio figlio; deve avere un suono melodico, e deve legarsi sia in ambito fonetico che come aspetto al cognome.

Origine dei nomi

Tutti i nomi propri di persona esprimono un concetto che si può desumere dalla cosiddetta “radice verbale”, da cui discendono i nomi. Ci sono tantissime fonti a cui fare riferimento per scoprire l’etimologia dei nomi. In primo luogo troviamo:

  • i nomi di origine greca e latina, che rappresentano il carattere e le tradizioni dell’enorme popolo ellenico e dell’immenso popolo romano, che lasciarono la grande eredità nella storia;
  • nomi che risentono dell’influenza nei secoli delle invasioni barbariche, i quali ci lasciarono la loro testimonianza anche in questo;
  • nomi di origine germanica che esprimono ideali di forza, di smania di guerra e di vittorie.
  • nomi di origine ebraica legati anche alla lettura della Bibbia e dei Vangeli.

Se ogni nome ha un’origine etimologica, il destino di chi lo porta è al di fuori del suo significato che unito al significato del proprio cognome combacia con il costume, le abilità, le aspirazioni e il carattere fisico e psicologico che caratterizza ogni essere umano.

Secondo alcuni medici, tra cui psicologici di fama mondiale, anche i nomi possono giocare un ruolo importante nella fortuna di una persona. Il fato può essere influenzato dal nome. Mentre i seguaci e appassionati di onomastica, sono certi sul fatto che ogni persona soccomba sulla suggestione data dal nome che porta. Molte tradizioni che si basano sia sulla religione, che sulle credenze popolari e talvolta magiche, continuano a sostenere che il nome non solo corrisponda all’anima dell’oggetto, ma che anche quel modo di essere e la conseguente fatalità dell’oggetto, siano dominate da quelle del nome.

Curiosità

In alcune zone dell’Africa è pericoloso svelare il proprio nome, in quanto può essere aggredito dagli spiriti maligni. Esistono diversi documenti e libri sull’onomastica, che illustrano le origini delle lingue, le tradizioni, e persino il destino di chi porta un nome. Anche la Bibbia può essere vista come una specie di manuale dove per esempio il nome di Eva viene interpretato come la “madre di tutti i viventi, colei che dà la vita” e Adamo, come “colui che è nato dalla terra”.

Leave a Reply

Top