You are here
Home > Finanza ed Economia > Si può guadagnare veramente col trading online?

Si può guadagnare veramente col trading online?

In molti si chiedono se con il trading online, ovvero investire per via internet consigliati da un broker, si possa veramente guadagnare. La verità è che non si può rispondere definitivamente né con un sì né con un no.

Si guadagna davvero o è una truffa?

Non è una domanda facile a cui rispondere. Dipende tutto dal tipo di investimenti per il quale sia opta e sull’affidabilità del broker.

Se ci si aspetta di diventare ricchi o di fare immediatamente dei grandi guadagni, bisogna ricredersi: non è possibile diventare milionari in breve tempo, e se qualcuno assicura che con il trading online è possibile o è in errore o mente (e in questo caso si può parlare di truffa!)

Una cosa da non fare, quando si fa questo tipo di investimento, è farsi prendere dall’emotività e voler pretendere subito dei guadagni. Ci sono diversi tipi di trading, e per raccoglierne qualche frutto, occorre essere pazienti: l’ansia e la fretta sono due pessime consigliere.

Cosa fare?

La prima cosa da fare, per il trading online è di informarsi il più possibile prima di iscriversi a qualche piattaforma e investire i soldi, senza farsi ingannare dalla pubblicità, e optare per metodo di investimento che più si adatta al capitale che si vuole investire. Inoltre, ci si deve assicurare che il broker a cui ci si rivolge sia affidabile e serio.

Se è un settore in cui si è ancora agli inizi, è bene investire delle piccole somme di denaro, come cinquanta o cento euro.

Una domanda che ora potrebbero fare in molti è: come evitare le truffe? Si può partire controllando il proprio broker, visionando i siti internet ufficiale e verificando i loro CFD (Contract for Difference) e che la loro società sia reale, magari chiedendo come contattare la sede legale. In Italia, l’ente che ha più autorevolezza per verificare questo tipo di informazioni, a cui ci si può rivolgere, è il Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa).

Un altro segnale che può mettere in allarme chi vuole investire, sono dei bonus e dei rendimenti più elevati rispetto agli altri, uniti alla mancanza da parte della piattaforma di una licenza. Senza contare che le procedura con i quali si versa e si prelevano i soldi, devono essere illustrate in modo chiaro, controllando che i costi di commissioni non siano troppo alti.

Non bisogna nemmeno farsi ingannare da quei software disponibili online, che dovrebbero bloccare le piattaforme fasulle. Molti di questi si rivelano delle truffe di per sé.

Leave a Reply

Top