You are here
Home > Approfondimenti > Pizza cosacca: dove si mangia, impasto e ricetta

Pizza cosacca: dove si mangia, impasto e ricetta

La pizza è uno dei piatti tipici della cucina italiana, conosciuto, apprezzato e riprodotto praticamente in ogni parte del mondo. È possibile trovarla in tantissime varianti, dalla base bianca, a quella rossa, ai condimenti di mare o nella versione più conosciuta: la margherita.

Ma hai mai sentito parlare della pizza cosacca?

Si tratta di una prelibatezza tutta napoletana, a dispetto del nome. Ma perché cosacca? Si narra che il nome derivi da una visita dello zar di Russia Nicola I nella città partenopea che volle far assaggiare la pizza a sua moglie Aleksandra Fёdorovna ed a Ferdinando II di Borbone.

I pizzaioli si cimentarono nella creazione di una pizza mai assaggiata prima, da nessuno dei tre ospiti, e così venne fuori questa pizza che rappresenta una fusione tra la margherita e la marinara.

Base rossa ma niente mozzarella, bensì una generosa grattugiata di formaggi come il pecorino e la grana. Questo esperimento piacque molto ed i sovrani ne parlarono anche oltre il regno ed i pizzaioli, per omaggiarli, la chiamarono proprio pizza cosacca. Questa storia ti ha incuriosito e vorresti preparare a casa questa antichissima pizza? Di seguito troverai la ricetta per realizzare l’impasto e per il condimento perfetto.

Ricetta della pizza cosacca

Gli ingredienti, per 11 persone, che ti occorrono per prepararla sono i seguenti:

  • 400 gr di farina 0
  • 1.6 kg di farina 00
  • 1 l di acqua 
  • 10 gr di sale
  • 15 gr di lievito di birra
  • 20 gr di zucchero
  • 600 gr di passata di pomodoro
  • 220 gr di pecorino e parmigiano grattugiati 
  • olio extravergine di oliva q.b. 
  • basilico q.b.

Il procedimento, per quanto riguarda la base, è quello di una classica pizza. Vediamolo insieme. Il primo passaggio consiste nel porre le farine, sul piano di lavoro, a fontana così da poter versare nella parte centrale due cucchiai di olio extravergine di oliva, il lievito, il sale e circa 500 ml di acqua tiepida.

Con calma inizia ad impastare gli ingredienti, prestando attenzione al lievito che deve sciogliersi completamente e gradualmente aggiungi altra acqua, a seconda dell’aspetto al tatto dell’impasto.

In seguito, versa lo zucchero nell’impasto e continua a lavorare la massa sino ad ottenere un composto uniforme ed elastico, ma non appiccicoso. Una volta ottenuta la compattezza desiderata, riponi l’impasto in una ciotola e copri il tutto con un panno. Nella scelta della ciotola, considera che il volume dell’impasto aumenterà del doppio, per cui scegline una molto capiente.

Lascia riposare in un luogo caldo per 5 ore circa. Poggia la massa su un piano precedentemente infarinato e ricavane dei panetti da circa 240 gr ciascuno. Adesso prendi un panetto e stendilo preferibilmente con dei movimenti rotatori delle mani prestando attenzione a lasciare il bordo un po’ più consistente, così da ottenere il cornicione classico della pizza napoletana.

Per mezzo di un cucchiaio di legno, stendi la salsa in maniera uniforme sulla base, aggiungi un filo di olio ed i formaggi, senza timore di abbondare, ed inforna. Il tempo di cottura dipende dalla potenza del forno, generalmente parliamo di 7/8 minuti alla massima temperatura. In uscita, poggia una o due foglie di basilico sulla tua pizza cosacca.

Leave a Reply

Top