You are here
Home > Sport > Italia-Norvegia per il primato del girone, ma non solo

Italia-Norvegia per il primato del girone, ma non solo

Ottenuto il pass per gli Europei che si disputeranno in Francia la prossima estate, la Nazionale italiana è chiamata ad onorare anche l’ultimo impegno per quel che riguarda il girone di qualificazione: allo stadio Olimpico di Roma arriva la Norvegia, ancora in piena corsa per il passaggio diretto ai campionati europei.

img1024-700_dettaglio2_Graziano-Pelle-afp

Gli scandinavi, infatti, attualmente sono secondi nel gruppo H, con due lunghezze di vantaggio sulla Croazia e altrettanti di ritardo proprio dagli Azzurri: sarà dunque una sfida vera fra queste due formazioni, in quanto in palio c’è addirittura il primato del girone.

Agli uomini di Conte basterà anche un solo punto per essere matematicamente primi, ma di certo si vorrà dare una certa continuità all’ottima prestazione di Baku di sabato, in cui gli Azzurri hanno battuto senza particolari problemi per 3 a 1 i padroni di casa dell’Azerbaijan.

Ma non solo: in caso di successo, infatti, l’Italia avrebbe anche maggiori chance di essere inserita nella prima fascia nei sorteggi dei gruppi degli Europei (che si svolgerà il prossimo 15 dicembre a Parigi).

Ma di fronte ci sarà una squadra che farà di tutto per portare a termine un sogno che nessuno (o quasi) si sarebbe mai immaginato all’inizio di queste qualificazioni: se l’Italia ha mantenuto le attese, si può tranquillamente affermare che la Norvegia è stata l’assoluta sorpresa del girone, riuscendo a ribaltare, fino a questo momento, qualsiasi tipo di pronostico e previsione.

Sarebbe davvero un peccato rovinare tutto proprio in vista del traguardo, ma quel che è certo, comunque, è che la Nazionale di Conte non regalerà nulla: in ballo non c’è solo l’onore e la gloria, ma anche il primato del girone.

I PRECEDENTI – Le due Nazionali si affrontano per la 17^ volta nella loro storia: nei 16 incontri precedenti sono state 9 le vittorie azzurre, con 3 successi scandinavi e infine 4 pareggi, per un totale di 20 gol realizzati dall’Italia e 12 dalla Norvegia.

L’ultima sfida risale al 9 settembre 2014, quando la formazione di Conte vinse ad Oslo il primo incontro di qualificazione ai prossimiEuropei per 2 a 0, grazie alle reti messe a segno da Zaza e Bonucci.

L’ultimo successo dei norvegesi, invece, è avvenuto nel giugno del 2000, quando riuscirono a vincere per 1 a 0 un’amichevole di preparazione agli Europei che sarebbero cominciati da lì a poco in Olanda e Belgio.

Gli incontri più importanti, infine, si sono disputati ai Mondiali del 1994 e del 1998: negli USA, gli azzurri vinsero per 1 a 0 la seconda partita del girone grazie alla rete siglata da Dino Baggio, mentre quattro anni dopo fu Christian Vieri a trascinare l’Italia con un suo gol al successo che consentì alla Nazionale allora allenata da Cesare Maldini di approdare ai quarti di finale.

LE PROBABILI FORMAZIONI – Il CT Conte attuerà un turnover moderato: il modulo con ogni probabilità sarà nuovamente quello visto a Baku, ossia il 4-4-2, che in fase offensiva potrebbe trasformarsi anche in 4-2-4. Tra i pali ovviamente Gigi Buffon, con la difesa che sarà composta da Darmian sulla destra e Santon sulla corsia opposta (al posto di De Sciglio), mentre la coppia centrale sarà formata ancora una volta da Bonucci e Chiellini.

A centrocampo spazio a Verratti come regista, che sarà affiancato da Florenzi, mentre Candreva ed El Shaarawy agiranno sulle fasce. La coppia d’attacco, infine, sarà  formata da Giovinco (favorito su Eder e Quagliarella) e Pellè.

Formazione tipo invece per i norvegesi, che si schiereranno con un 4-4-1-1: davanti a Nyland, ci saranno Elabdellaoui come terzino destro e Hogll a sinistra, mentre la coppia difensiva sarà Hovland e Forren.

Skjelbred e Berget opereranno sulle corsie laterali, con Johanssen e Tettey che andranno a completare il reparto di centrocampo. Henriksen, invece, sarà il trequartista a sostegno dell’unica punta Soderlund.

Italia (4-4-2): Buffon; Darmian, Bonucci, Chiellini, Santon; Candreva, Verratti, Florenzi, El Shaarawy; Pellè, Giovinco. All.: A.Conte.

Norvegia (4-4-1-1): Nyland; Elabdellaoui, Hovland, Forren, Hogll; Skjelbred, Johanssen, Tettey, Berget; Henriksen; Soderlund. All.: P.Hogmo.

Leave a Reply

Top