You are here
Home > Approfondimenti > Idrosemina fai da te: ecco come fare!

Idrosemina fai da te: ecco come fare!

La prima regola che deve seguire qualsiasi appassionato di giardinaggio, o chiunque voglia prendersi particolarmente cura del proprio prato e del proprio giardino, è quella di conoscere bene le migliori tecniche per seminare l’erba in modo corretto ed efficace.

Tra le moltissime tecniche a disposizione, una delle più indicate, facile da realizzare da soli e dal risultato migliore è l’idrosemina: si tratta di un tipo di semina che si utilizza quando abbiamo bisogno di avere un velo vegetale che vada a ricoprire del tutto, e permanentemente, una superficie, con la certezza che non avvengano però troppo spesso fenomeni di scorrimento superficiale di acqua.

Può essere anche usata per l’azione battente dell’acqua creando una sorta di copertura di base, ma anche semplicemente per motivi estetici.

Idrosemina fai da te: come realizzarla

Realizzare l’idrosemina in casa è molto più semplice di quanto non si possa pensare. Prima di tutto bisogna procurarsi una miscela speciale: si tratta di un composto che possiamo formare unendo insieme semi, acqua, fertilizzante e pacciamatura.

La presenza di quest’ultima è quasi magica, perché essendo ricca di fibre che trattengono moltissima acqua, permette di tenere i semi umidi evitando che si secchino e senza il bisogno di innaffiarli.

Una volta che abbiamo amalgamato bene il tutto dobbiamo solo procedere con l’applicazione sul terreno, utilizzando l’apposito macchinario che ci permette di seminare e fertilizzare in un’unica azione: quello di cui abbiamo bisogno si chiama idroseminatrice, una sorta di cisterna in cui si vanno ad inserire i nostri ingredienti, e poi sarà la macchina stessa a macinarli e distribuirli uniformemente dove vogliamo.

Se ne trovano di ogni forma e dimensione, anche in vendita online a prezzi molto vantaggiosi: con una spesa di 20 euro, infatti, si riesce a comprare un macchinario in grado di coprire fino a 10 mq di terreno, quindi perfetta per un uso domestico.

Semina fai da te: la tecnica della carta

Esiste un’altra tecnica molto gettonata per la semina, ed è quella che prevede l’utilizzo della carta: sembra, infatti, che mescolare i semi dell’erba da giardino con carta straccia ed altri ingredienti ne stimoli una crescita rigogliosa per lungo tempo.

È un sistema che si rifà direttamente a quello dell’idrosemina che abbiamo appena analizzato, con la differenza che la viscositá della mistura ne rende molto più agevole la distribuzione rispetto, soprattutto in zone impervie.

Per provare questa tecnica avremo bisogno di:

  • Semi per erba
  • carta (ma non colorata o patinata)
  • farina
  • acqua
  • fertilizzante organico

Come prima operazione rompiamo per bene la carta, poi andiamo a mescolare a parte in un contenitore tre tazze di acqua e due tazze di farina, andando a mescolare bene per avere un composto liquido, spesso e omogeneo.

Trasferiamo l’impasto in un secchio abbastanza grande e, un po’ per volta, aggiungiamo la carta avendo cura di mescolare bene e di inserire bene la carta fino a creare una massa appiccicosa.A questo punto aggiungiamo un cucchiaio di fertilizzante organicoun cucchiaio di semi di erba, e mescoliamo ancora per bene.

Ora siamo pronti a seminare: versiamo l’impasto sulla zona dove vogliamo far crescere l’erba, ricordando che ne serve uno strato spesso 1 centimetro. Aiutiamoci con una vanga a distribuire bene il tutto e vedremo che, se è della consistenza giusta, aderirà bene senza scolare.

Leave a Reply

Top