You are here
Home > Approfondimenti > Ho la pelle del viso screpolata: cosa posso fare?

Ho la pelle del viso screpolata: cosa posso fare?

La pelle screpolata, che si presenta ruvida, spenta e con delle piccole lesioni, si presenta quando l’epidermide è troppo secca, il che la rende più fragile e meno protetta verso degli agenti esterni. Scopriamo, in questo approfondimento, come riuscire a curarla per rendere il proprio viso bello ed idratato.

Ci sono alcune persone che hanno una pelle a tendenza secca, per una predisposizione genetica, e quindi devono fare attenzione, cercando dei prodotti cosmetici adatti, ma in altri casi la causa può dipendere da altri fattori, come un’idratazione insufficiente, un clima troppo caldo o freddo, delle cattivi abitudini (come usare un sapone troppo aggressivo), alcuni tipi di farmaci, etc.

Esistono due tipi di pelle secca, ovvero quella disidratata, carente di acqua, e quella alipidica, carente di lipidi. Quest’ultimo caso è dovuto a una scarsa produzione di sebo cutaneo, che rende l’epidermide più fragile e soggetta a una maggiore insorgenza di segni come le rughe o i punti neri.

Di conseguenza, come spiegano gli esperti di cosmetica del sito Crema Viso, per porre rimedio a questo problema bisogna scoprirne la causa. Se si ha per natura una pelle secca, bisogna acquistare dei prodotti per l’igiene e la cura della pelle che siano adatti, ed usarli regolarmente, in modo da prevenire questo problema. Almeno una volta a settimana, si dovrebbe applicare uno scrub o una maschera sul viso, per rimuovere le cellule morte dalla cute.

Migliori rimedi per curare la pelle screpolata

Si può trovare una vasta gamma di prodotti naturali con proprietà idratanti ed emollienti, tra i quali:

  • il gel all’aloe vera;
  • l’olio di mandorla;
  • l’olio di cocco;
  • l’olio di argan;
  • il burro di karitè, etc.

consigli per curare la pelle del viso screpolataUn aiuto può venire sicuramente dalla propria dieta: per l’idratazione si devono includere dei cibi ricchi di acqua, vitamine A, B2 ed E, sali minerali e grassi come l’omega 3 e 6.

In alcuni casi, anche alcuni tipi di lavori possono danneggiare la pelle, e renderla più secca, soprattutto se comportano una lunga esposizione al sole, come la pesca o l’agricoltura, o l’uso prolungato di detergenti aggressivi o altri agenti chimici, come accade ai medici, ai parrucchieri o agli addetti alle pulizie.

Chi fuma, dovrebbe tenere presente che la nicotina può ridurre la circolazione sanguigna e l’attività metabolica. Ciò disidrata la pelle, causandone la screpolatura, ed è quindi una delle tanti ragioni per cui si dovrebbe smettere.

Una buona cosa da fare è ridurre anche lo stress, dormendo sette ore per notte e praticando una regolare attività sportiva.

Se la causa di una pelle secca e screpolante, è dovuta alla prolungata assunzione di un farmaco (come la pillola) o a una malattia, si deve consultare un medico o un dermatologo.

Leave a Reply

Top