You are here
Home > Approfondimenti > Gli aneddoti più curiosi su Leonardo Da Vinci

Gli aneddoti più curiosi su Leonardo Da Vinci

Leonardo Da Vinci, di ser Piero da Vinci, è stato uno dei più grandi inventori, scienziati e artisti italiani, nato ad Anchiano il 15 aprile del 1452 e deceduto ad Amboise il 2 maggio del 1519. Durante l’epoca del Rinascimento Leonardo Da Vinci si dimostrò in grado di cambiare radicalmente le più importanti forme d’espressione artistica e scientifica, diventando uno dei geni più ricordati nella storia dell’umanità. Ma quali sono gli aneddoti meno conosciuti sul conto di Leonardo Da Vinci? Per scoprirlo non dovrai far altro che proseguire nel corso della lettura dei successivi paragrafi.

Leonardo Da Vinci era italiano?

La paternità illegittima di Leonardo Da Vinci fu attribuita al notaio Piero, mentre alla madre dell’artista furono attribuite origini orientali dovute soprattutto al suo nome, Caterina, spesso attribuito alla schiave convertite al cattolicesimo. A mettere in dubbio la discendenza italiana di Leonardo Da Vinci sono state anche le impronte rilevate sul San Gerolamo penitente, studiate dagli esperti in correlazione con diverse analogie tipiche del Medio Oriente.

La teoria sul cuore umano

Leonardo Da Vinci fu il primo scienziato ad associare al cuore umano una funzione di pompaggio, al contrario delle credenze dell’epoca secondo le quali l’organo era destinato al riscaldamento del sangue circolante all’interno del corpo.

La Gioconda

Contrariamente alla credenza del trasferimento dell’opera d’arte della Gioconda presso il Louvre francese ad opera dei napoleonici, la storia sembra confermare il merito proprio a Leonardo Da Vinci, ricevendo 4 scudi d’oro dal re Francesco I.

Leonardo Da Vinci era vegetariano?

Considerato l’amore viscerale per gli animali diversi studi ritengono che Leonardo Da Vinci fosse a tutti gli effetti un vegetariano convinto. A conferma di tale teoria la su frase: “Verrà il giorno che sarà giudicato delitto uccidere un animale come ora uccidere un uomo”.

Le teorie sulle molestie

Diverse teorie della storia si sono concentrate sulla presunta omosessualità di Leonardo Da Vinci, coinvolgendo anche diversi studi psicoanalitici in merito ai suoi sogni. Oltre a ciò sono state ritrovate anche le carte processuali dove l’artista risultò iscritto nel registro degli indagati per sodomia nel 1476, insieme ad altri allievi della bottega del Verrocchio.

Le barzellette sconce

Secondo diverse teorie Leonardo Da Vinci era solito raccontare barzellette a carattere sconco, interpellando anche preti e donne all’interno dei suoi racconti divertenti.

Gli anelli di crescita degli alberi

Leonardo Da Vinci fu il primo a scoprire gli anelli di crescita degli alberi, arrivando alla teoria della determinazione anagrafica esatta degli stessi, grazie ai quali è sorta nel periodo odierno la dendroclimatologia, scienza basata sui climi di studio del passato.

Leave a Reply

Top