You are here
Home > Approfondimenti > Dea greca della discorda : chi era? Storia e curiosità di Eris

Dea greca della discorda : chi era? Storia e curiosità di Eris

Scopri chi è Eris e quale è il ruolo nella mitologia greca! L’etimologia del nome deriva dal greco e vuol dire  contesa. Il motivo è da attribuirsi al fatto che è una dea estremamente crudele e diabolica. In altri termini nei luoghi in cui Eris fa la sua comparsa lascia solo una scia di sangue e distruzione. Figura di Eris e cosa rappresenta il suo ruolo.

Figlia di Zeus e di Era, sorella del dio Ares è raffigurata come divinità di rango minore. Il compito di Eris è quello di inasprire l’animo umano, così da renderlo particolarmente adatto alle guerre a ai conflitti. Accompagna il fratello Ares nelle battaglie e la dea gode in particolare nel vedere lo spargimento di sangue. Il poeta greco Omero la chiama “La signora del dolore”.

Storia e curiosità di Eris: Il pomo della discordia

 Il fatto si svolge durante le nozze di Teti e Peleo e al loro convivio sono invitate tutte le divinità tranne Eris. La dea adirata pensa alla vendetta che cova una mela nel giardino delle Esperidi su cui si scrive la frase “alla più bella” e la lascia cadere tra le invitate al matrimonio. Le dèe presenti  Afrodite Dea dell’Amore, Era regina degli dei, Athena dea della sapienza, raccolgono la sfida.La mela viene assegnata da Paride ad Afrodite che riconoscente le dona Elena la donna più bella del mondo e così arriva  alla guerra di Troia!

 L’episodio del vello d’oro

Un’altra curiosità del temperamento della dea lo vediamo nell ‘ episodio del vello d’oro. Tieste possiede Il Vello d’oro e diventa sovrano di Micene ai Danni di Atreo, altro pretendente al trono. Tiesto promette il suo trono a Giove, ma in cambio il giovane chiede che il sole cambi il suo corso. Zeus esorta Eris ad intervenire e mutare la direzione del solo facendolo tramontare ad oriente anzichè ad occidente. Anche in questo episodio l’indole nefasta della dea vince su tutto.

Natura divina

Eris è il dea delle catastrofi e dei complotti, fautrice di eventi apocalittici. Ritroviamo la dea in una favola di Esopo che ha per protagonista Eracle. Il personaggio è impegnato a camminare per una via impervia e stretta. Sulla sua strada trova una mela che colpisce in modo ripetuto e diventa sempre più grande. Il frutto  rappresenta la natura della nefasta dea. Eracle viene messa in guardia da Athena che suggerisce di guardare un film e di andare per la sua strada cosicchè la dea potrà calmarsi. Eris rappresenta  la personificazione di quelle forze (negative) che tanto sono temute dall’uomo come dalla divinità!

Leave a Reply

Top