You are here
Home > Approfondimenti > I danni delle sigarette elettroniche

I danni delle sigarette elettroniche

Le sigarette elettroniche hanno cambiato il modo di fumare di centinaia di migliaia di persone nel mondo, permettendo di assumere tabacco o di replicare il piacere del fumo abbattendo i rischi connessi alla salute. Come tutti sanno, infatti, le classiche bionde provocano, con la combustione del tabacco, la nascita di sostanze tossiche e cancerogene a centinaia, con potenziali effetti letali sul corpo dell’essere umano. Si è così diffusa l’idea che le sigarette elettroniche siano un’alternativa molto più salutare delle sigarette classiche, se non altro perché appunto non producono quelle sostanze cancerogene. Ma è veramente così? Approfondiamo l’argomento grazie ai temi trattati sul sito atuttosvapo.net.

Le sigarette elettroniche non possono causare danni?

In realtà ci sono tantissimi studi sulla potenzialità delle e-cig di nuocere alla salute umana; se è vero che le e-cig sono meno dannose delle sigarette, non si può dire che siano prive di rischi, anzi.
Sebbene in confronto alle sigarette normali le sigarette elettroniche siano molto meno dannose, perché non provocano la combustione, non per questo si può dire che non facciano male. Anzi, c’è molta disinformazione sull’entità dell’impatto delle sigarette elettroniche sulla salute umana. Uno studio realizzato dal Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie dell’Università di Bologna, infatti, ha stabilito che anche i vapori delle sigarette elettroniche possono causare dei danni alla salute. I risultati dell’indagine sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports-Nature.

Le conseguenze dell’uso delle e-cig

A livello dei polmoni, i vapori delle e-cig possono causare delle sostanze pre-cancerogene in sostanze cancerogene. L’indagine tossicologica sul modello animale è stata condotta proprio per capire quali siano gli effetti del vapore delle e-cig sull’uomo. Inoltre sembra che, esposti al vapore, il tessuto polmonare perda la capacità antiossidante e aumenti invece la produzione di radicali liberi, che hanno un ruolo fondamentale nell’invecchiamento della pelle, delle cellule, e nello sviluppo delle malattie degenerative. Sembra inoltre che l’esposizione ai vapori delle sigarette elettroniche abbia aumentato il livello di acidi grassi e colesterolo ma soprattutto, scoperta preoccupante, che questo vapore danneggi il Dna delle cellule del sangue. Quello che conta è avere informazione sulla reale potenzialità nociva delle sigarette elettroniche.

Infatti, il fatto che il vapore delle e-cig sia meno pericoloso del fumo di sigaretta (e rispetto a questo non c’è dubbio) non significa che però non esponga a rischi. È importante avere un’informazione corretta sui potenziali rischi derivanti dall’uso delle sigarette elettroniche in modo particolare perché non si veicoli un messaggio sbagliato ai giovani non fumatori che magari vorrebbero provare questo nuovo prodotto.

Leave a Reply

Top