You are here
Home > Turismo > Cosa vedere a Rieti in una settimana?

Cosa vedere a Rieti in una settimana?

La città di Rieti è situata nel Lazio, nel cuore dell’Italia. E’ posta sulle pendici dei Monti Sabini e Reatini. In antichità era una città molto importante, sono infatti state trovate prove dell’attività romana e medievale. La città è un ottimo punto di partenza per seguire le orme di San Francesco D’Assisi che predicava nei monasteri di Fonte Colombo, di La Foresta e nei paesi vicini di Greccio e Poggio Bustone. Se volete sapere cosa vedere a Rieti in una settimana, questo è l’articolo che fa per voi!

Un paesaggio suggestivo

Rieti è il punto di partenza ideale per le escursioni e le visite in un territorio ricco di oasi naturali protette, castelli, rocche e santuari francescani. La Riserva Naturale dei Laghi Reatini è meravigliosa e vanta i laghi Lungo e Ripasottile. Presenta inoltre una grande varietà di fauna e flora, tra cui uccelli, aironi e svassi. La zona è ricca di corsi d’acqua, tra cui: i fiumi Velino, Salto, Turano e numerosi laghi. Il lago più significativo è il lago Del Salto che si trova a 1755 metri sul livello del mare ed è circondato da una vegetazione lussureggiante e cittadine molto caratteristiche attorno. Nella zona dei Monti della Laga e nella Valle Amatrice si trovano i laghi Turano e Scanderello.

Piazza Vittorio Emanuele II, il Palazzo Comunale ed il Museo Civico

Rieti è stata l’ultima provincia annessa nella regione Lazio e per via della sua posizione geografica è considerata l’ombelico d’Italia. La prima cosa da visitare è senza alcun dubbio il centro della città che si sviluppa attorno alla Piazza Vittorio Emanuele II, caratterizzata dalla Fontana del Delfini. Di fronte potete ammirare il Palazzo Comunale con la sua struttura risalente al tredicesimo secolo. Vicino a questo edificio trovate il Museo Civico che contiene reperti archeologici e dipinti risalenti al IX secolo A.C., cioè al periodo tardo romano.

Il Palazzo Rinascimentale, il Duomo e l’Arco del Vescovo

Vi consiglio poi di visitare il Palazzo Rinascimentale della Prefettura, di fronte a Piazza Battisti. Dal giardino di questa struttura è possibile godere di una splendida vista sulla parte più antica della città e sulle montagne circostanti. In seguito vi è il Duomo che è stato costruito intorno al 1100, ma ristrutturato nelle epoche successive. Accanto ad esso vi è il campanile ed il Palazzo Vescovile. Andando più a nord, potete ammirare l’Arco del Vescovo che è stato costruito da Bonifacio VIII, intorno al XIII secolo.

Il Monumento della Lira, Palazzo Vicentini e gli itinerari archeologici

Degno di nota è il Palazzo Vicentini, una delle strutture più belle della città e che appartiene al Sangallo. Vi consiglio inoltre di andare a vedere il Monumento della Lira, inaugurato nel 2003 e realizzato con più due milioni di monete da duecento lire, usate proprio per questo monumento. Per coloro che sono appassionati di archeologia, vi consiglio gli itinerari archeologici di Rieti e di visitare l’antico viadotto romano.

I santuari francescani ed i castelli

Sono molto suggestivi anche i santuari francescani che segnano il cammino di San Francesco D’Assisi. Il primo tra tutti è il Santuario di Fonte Colombo. Poi vi è il Sacro Speco, dove il santo si è ritirato a meditare e ha scritto le regole dell’ordine francescano. Il Santuario di Greccio dove San Francesco ha commemorato per la prima volta la Natività a Betlemme. Infine il Santuario di Poggio Bustone che è il punto di partenza della missione di pace dei francescani. Tra le attrazioni di Rieti e delle sue province vi sono anche i castelli e le fortezze, ricche di tracce di storia antica. I più belli sono il Macchiatimone, la Fortezza del Castello a Borgorose, il castello di Collalto e l’Abbazia di Farfa.

Leave a Reply

Top