You are here
Home > Approfondimenti > Bandiera repubblica ceca: qual è? Storia e origini

Bandiera repubblica ceca: qual è? Storia e origini

La Repubblica Ceca, come nazione indipendente, è molto giovane: è il 1 gennaio 1993, infatti, la data in cui si è staccata dalla Slovacchia, insieme a cui aveva formato fino a quel momento la Cecoslovacchia. A partire da questa data, la Česká Republika – il nome del paese nella lingua locale – ha potuto camminare da sola, fino a entrare a far parte dell’Unione Europe. Proprio come il paese, anche la sua bandiera è giovane, nonostante porti in sé alcuni richiami all’antica storia di questa nazione piena di fascino.

Storia e origini della bandiera della Repubblica Ceca

I tre colori che caratterizzano la bandiera della Repubblica Ceca sono il blu, il rosso e il bianco: mentre gli ultimi due si presentano in orizzontale, il blu è invece va a formare un triangolo partendo dal lato sinistro.

Per quanto riguarda i colori, sembra siano stati scelti in base ad alcuni antichi stemmi della Boemia e della Moravia, mentre il blu rappresenterebbe la Slovacchia dai tempi dell’unione, ma sono molti gli studiosi che sostengono che questi colori siano stati usati non per un particolare significato, ma semplicemente perché rappresentano alcuni dei più tradizionali colori slavi.

Al momento della separazione dalla Slovacchia si crearono tutta una serie di polemiche legate alla bandiera: infatti, all’atto dello scioglimento del 1993, fu adottato stabilito che nessuno dei due nuovi Stati avrebbe potuto adottare i simboli della disciolta Repubblica. La Slovacchia ideò una nuova bandiera, mentre il Parlamento ceco adottò una bandiera identica a quella della vecchia Cecoslovacchia, e si giustificò affermando che il provvedimento che ne vietava l’adozione era decaduto, perché emanato da uno Stato che non esisteva più.

Per quanto riguarda la paternità della bandiera, è attribuita a Jaroslav Kursa (1875–1950), un archivista del Dipartimento degli Affari Interni. Da quando la bandiera fu approvata dall’Assemblea Nazionale della Cecoslovacchia il 30 marzo 1920 è stata usata ininterrottamente, con l’unica pausa durante l’occupazione tedesca della Seconda Guerra Mondiale.

Curiosità sulla Repubblica Ceca

  • La Repubblica Ceca fa parte della Comunità Europea dal 2004, ma ha mantenuto la sua moneta tradizionale, la corona ceca.
  • L’insediamento preistorico di Dolní Věstonice, nella Moravia meridionale, è la più antica città del mondo e risale all’anno 27.000 a.C., nel pieno dell’era glaciale.
  • La Repubblica Ceca è uno dei paesi con la più alta densità di castelli al mondo, e tra questi il Castello di Praga è quello che copre l’area più vasta tra tutti: i suoi tre cortili e i suoi magnifici edifici, infatti, si estendono per più di sette ettari.
  • La capitale della Repubblica Ceca è Praga, città dall’irresistibile fascino gotico. Per la somiglianza di alcune sue zone con Parigi, spesso nel cinema è usata per rappresentare la città francese, perché girare in Repubblica Ceca ha dei costi di produzione molto più bassi rispetto a quelli della Francia.
  • La Repubblica Ceca è prima nel mondo per il consumo di birra pro-capite raggiungendo i ben 156,9 litri per persona l’anno. La Germania, nota consumatrice di birra, si ferma al secondo posto con “solo” 104,7 litri.
  • La Repubblica Ceca era il motore dell’impero austro-ungarico, e oggi è lo stato con i migliori standard di vita dell’ex blocco sovietico. Non sorprende, quindi, che è patria di tantissime gradi compagnie, tra cui Škoda, Budweiser Budvar (Budweis è il nome tedesco di České Budějovice), Pilsner Urquell, l’antivirus Avast e le scarpe Bata.

Leave a Reply

Top